Ingredienti e principi attivi

Ingredienti e principi attivi

Clicca su un ingrediente per espandere la sua descrizione. Clicca sulla foto di un ingrediente per visualizzare i nostri prodotti che lo contengono.

 

L’acido ialuronico è uno dei componenti fondamentali dei tessuti connettivi dell’uomo.

Il tessuto connettivo è quel particolare tipo di tessuto che riempie gli spazi liberi tra le cellule. E’ formato da una matrice dalla consistenza gelatinosa, all’interno della quale sono immerse le fibre di collagene e elastina, le principali impalcature della nostra pelle.

L’acido ialuronico conferisce alla pelle le sue particolari proprietà di resistenza e

mantenimento della forma.

Stimolando la formazione di collagene e tessuto connettivo, l’acido ialuronico protegge l’organismo da virus e batteri, aumenta la plasticità dei tessuti e garantisce l’ottimale idratazione cutanea.

L’acido ialuronico garantisce che la pelle mantenga caratteristiche di elasticità e turgore.

Queste sue importanti proprietà biologiche sono dovute alla sua particolare struttura chimica. L’acido ialuronico è infatti una molecola molto lunga, estremamente solubile, capace di legare moltissime molecole d’acqua e si organizza nel nostro derma a formale dei fitti reticoli che hanno principalmente due funzioni. La prima è quella di creare un’impalcatura necessaria per mantenere la forma e il turgore del tessuto. La seconda, ma non meno importante, è quella di agire da filtro naturale per impedire a batteri e virus di circolare liberamente.

Una sua mancanza determina un indebolimento della pelle con conseguente formazione di rughe e inestetismi.

Con il passare del tempo le caratteristiche chimico fisiche del tessuto connettivo cambiano, come citato sopra diminuisce la presenza di acido ialuronico, e le fibre di collagene e elastina tendono a degradarsi con conseguente cedimento della pelle e formazione delle rughe.

Reintegrare acido ialuronico dall’esterno garantisce una conservazione ottimale della struttura del derma.

L’effetto dell’applicazione è praticamente immediato, la pelle appare subito più idratata, sana e rimpolpata.

Le cellule staminali sono cellule primitive da cui hanno origine tutte le altre cellule che compongono i diversi organismi. Queste cellule primitive hanno la capacità di moltiplicarsi velocemente e di dare origine a copie di se stesse. Ciò significa che una stessa cellula può differenziarsi in diversi organi o tessuti e la cosa interessante è che, tramite questo processo, si sostituiscono anche le cellule che sono destinate a morire.

Il nostro laboratorio a Palazzo Rosa studia gli effetti positivi delle cellule staminali sulla pelle. Le staminali hanno proprietà antiossidanti, fotoprotettive, decongestionanti, anti-infiammatorie e antiage. Il motivo è che queste cellule contengono una percentuale molto alta di sostanze EGF (Epidermal Growth Factor), ossia i fattori di crescita dell’epidermide naturali.

Le bacche di Goji sono originarie dell’Oriente e le loro proprietà sono riconosciute da centinaia di anni. Queste bacche, dal colore rosso accesso, sono molto ricche di vitamine, minerali (come il ferro e il potassio), acidi grassi (omega 3 e omega 6) ed hanno la caratteristica di contenere un’alta concentrazione di principio attivo che determina una elevata efficacia sulla pelle e l’organismo.

Le bacche di Goji sono un prezioso alleato per la cura della pelle, con uno straordinario effetto anti-età, grazie alle vitamine e alle sostanze antiossidanti contenute. L’alto contenuto di vitamine, acidi grassi e sali minerali rende le bacche di Goji un nutrimento essenziale per mantenere la pelle giovane, luminosa e colorita, ritardandone il precoce invecchiamento e favorendo un’azione tonificante e rigenerante. 

La pianta, con le sue caratteristiche e storia millenaria, è ben nota a tutti.

La caratteristica essenziale del bambù è la resistenza. E la resistenza è anche una qualità che ognuno di noi ricerca per la propria pelle ed il proprio corpo. L’estratto di bambù, in quanto ricco di silicio, è utile in tal senso per il nostro organismo e per la nostra salute. Aiuta infatti il tessuto cutaneo a rimanere non solo elastico, ma anche ben idratato. Oltre al silicio troviamo anche il calcio, il fosforo, il potassio e il ferro.

Nei laboratori di Palazzo Rosa il bambù viene utilizzato micronizzato in piccole sfere per le loro proprietà rinfrescanti e astringenti, emollienti e lenitive, detergenti, purificanti e anti-infiammatorie. Palazzo Rosa lo propone come base per gli scrub, i gommage, i peeling leggeri, gli esfolianti e i prodotti per la detersione profonda della pelle.

Inoltre è un idratante facilmente spalmabile oltre che un ottimo traspirante protettivo con proprietà tonificanti e rimineralizzanti.

Nell’antica Grecia Ippocrate ne sfruttava le proprietà decongestionanti e antiinfiammatorie per lenire le irritazioni e le infiammazioni della pelle. Gli antichi romani usavano la bava di lumaca per curare le fastidiose ulcere della pelle, cicatrizzare le ferite e arrestare le emorragie.

Il mucopolisaccaride, chiamato comunemente “bava”, è una secrezione prodotta da alcune ghiandole localizzate a livello del piede della lumaca. Questa sostanza ha una consistenza densa e gelatinosa con spiccate proprietà nutritive e idratanti.

Le proprietà sono molteplici. Palazzo Rosa utilizza l’ingrediente come rapido rigenerante e altamente nutritivo della cute in virtù della forte presenza di vitamine e proteine.

Innanzitutto un forte potere umettante grazie alla sua costituzione filmogena che ha il potere di trattenere l’acqua sulla cute e assicurare un effetto idratante di lunga durata. Grazie all’effetto combinato di alcune sostanze, quali collagene, allantoina e vitamine varie accelera la cicatrizzazione della cute in modo sorprendente. E una sostanza molto lenitiva indicata per gli arrossamenti dovuti all’esposizione prolungata al sole, al freddo e alle intemperie.

La bava di lumaca ha spiccate proprietà antirughe poiché stimola alla base la sintesi del collagene. Ciò è provato dai biologi di Palazzo Rosa con l’azione congiunta dell’acido glicolico con elastina, mucopolisaccaridi, vitamine e collagene.

Ed è proprio questa azione rigenerante di vitamine e proteine, unita a quella esfoliante dell’acido glicolico, che ne rende un elemento essenziale per la lotta alle smagliature. L’acido gligolico, in aggiunta, combatte le macchie della pelle levigandola ed esfoliandola con un continuo processo di purificazione.

Il potere rassodante unito all’azione seboregolatrice hanno un effetto di ringiovanimento e rinnovamento del derma. In effetti la bava di lumaca è in grado di normalizzare la produzione del sebo, tra i principali responsabili di inestetismi quali brufoli e punti neri.

Ha caratteristiche addolcenti e calmanti ben conosciute da secoli e perciò viene utilizzato in numerosi medicamenti, soprattutto quelli prescritti in caso di ustioni. Il bisabololo è un alcool naturale che si ottiene per distillazione dell’olio essenziale di camomilla ed è caratterizzato dall’estrema tollerabilità cutanea.

Ha proprietà lenitive e anti arrossamento,  elimina le infiammazioni cutanee ed esplica un effetto addolcente utile soprattutto sulle pelli particolarmente delicate, irritate, danneggiate, esposte al sole e agli agenti atmosferici. Nei laboratori di Palazzo Rosa viene utilizzato anche come antibatterico. Ottimo come antiacne.

Il burro di cacao –estratto dai semi della stessa pianta – è il componente principale del cioccolato più pregiato. Per i laboratori di Palazzo Rosa invece è anche una materia prima preziosa per i cosmetici per la sua caratteristica di essere antiossidante. Contiene infatti sostanze che combattono i radicali liberi frenando l’invecchiamento della pelle e i suoi sintomi come colorito spento, occhiaie e piccole rughe. Il burro di cacao ha un’azione idratante e nutriente per via della forte presenza di acidi grassi e contribuisce a migliorare l’elasticità della pelle (ottimo per prevenire la comparsa di smagliature).

Nei composti di Palazzo Rosa il burro di cacao esplica proprietà antiossidanti e, stimolando la sintesi del collagene, restituisce tono ed elasticità alla pelle. E’ molto nutriente e svolge un’azione protettiva grazie alla sua composizione di acidi grassi, in particolare l’acido linoleico, l’acido stearico e l’acido oleico. Il burro di cacao contiene inoltre polifenoli, teobromina e caffeina. I polifenoli sono potenti antiossidanti che contrastano i radicali liberi e aiutano a ristrutturare la pelle stimolando la sintesi del collagene. La teobromina e la caffeina, inoltre, sono utili a promuovere l’idrolisi e la degradazione dei grassi negli adipociti, quindi hanno azione snellente e dimagrante. Il burro di cacao contiene inoltre Vitamina E, un antiossidante naturale, fitosteroli con azione riparatoria e antinfiammatoria e squalene, un componente naturalmente presente nella nostra pelle e nel sebo.

Il Burro di Karité è una sostanza che viene ricavata dalle noci di Karité, cioè dai semi della Vitellaria paradoxa. La pianta del Karité, definita anche pianta della giovinezza per le straordinarie proprietà dei suoi frutti, è un albero che cresce in Africa. E già in quelle zone il burro estratto da questa pianta viene utilizzato come condimento per i cibi ma anche in cosmesi.

La raccolta delle noci avviene tra metà giugno e metà settembre cioè quando i frutti sono maturi e cadono a terra spontaneamente. Palazzo Rosa utilizza solo i frutti caduti a terra naturalmente e senza azioni meccaniche poiché la resa finale in burro è migliore.

Il burro di karité è costituito principalmente da una miscela attiva di acidi grassi che

esamineremo di seguito in breve.

Innanzitutto l’acido stearico, ovvero un acido grasso saturo che dona alla pelle estremo confort e una sensazione setosa al tatto.

Poi l’acido oleico con le sue spiccate proprietà emollienti ed idratanti, ma anche anti invecchiamento in quanto ricco di acidi grassi essenziali.

Inoltre l’acido linoleico, che è un acido grasso polinsaturo, agisce sulla nostra pelle migliorando la salute della parete cellulare e stimolando la rigenerazione ciclica.

Da non dimenticare inoltre l’acido palmitico che è un acido grasso largamente utilizzato come ingrediente cosmetico per le sue proprietà emollienti sulla pelle.

Il burro di Karité in aggiunta è ricchissimo di antiossidanti, come la vitamina E (che combatte i radicali liberi e migliora la microcircolazione sanguigna) e di vitamina A (che previene e combatte rughe, eczemi, dermatiti e aiuta a cicatrizzare i segni della pelle, come ad esempio piccole cicatrici e segni di acne).

Come abbiamo visto in precedenza, grazie alla sua ricca composizione in acidi grassi preziosi per la nostra pelle, il burro di Karité può essere utilizzato su tutte le parti del corpo, dalla testa ai piedi, capelli compresi.

La duttilità di utilizzo del burro di Karité è data soprattutto dalle preziose proprietà cosmetiche che possiede. Qualsiasi tipo di pelle, infatti, può trovare notevole giovamento e miglioramento dall’uso del burro di Karité non esistendo praticamente controindicazioni.

Riassumendo in breve quindi, questo straordinario dono della natura viene utilizzato nei laboratori di Palazzo Rosa perché nutre e idrata in profondità il derma, dona elasticità e tonicità alla pelle, combatte le smagliature, favorisce la produzione di collagene, forma un film protettivo sulla pelle che la protegge dalle aggressioni esterne, ha proprietà antinfiammatorie, antisettiche e protettive.

Vai a: I nostri prodotti che contengono Cellule Staminali

Le cellule staminali sono cellule primitive da cui hanno origine tutte le altre cellule che compongono i diversi organismi. Queste cellule primitive hanno la capacità di moltiplicarsi velocemente e di dare origine a copie di se stesse. Ciò significa che una stessa cellula può differenziarsi in diversi organi o tessuti e la cosa interessante è che, tramite questo processo, si sostituiscono anche le cellule che sono destinate a morire.

Il nostro laboratorio a Palazzo Rosa studia gli effetti positivi delle cellule staminali sulla pelle. Le staminali hanno proprietà antiossidanti, fotoprotettive, decongestionanti, anti-infiammatorie e antiage. Il motivo è che queste cellule contengono una percentuale molto alta di sostanze EGF (Epidermal Growth Factor), ossia i fattori di crescita dell’epidermide naturali.

L’ingrediente cosmetico utilizzato nel prodotto finito non è da considerare come cellula staminale per intero, bensì i propri estratti concentrati quali vitamine, amminoacidi, lipidi, minerali, da cui si ottengono principi funzionali in grado di collaborare direttamente con le cellule. Le staminali green aiutano a stimolare i fibroblasti, a difendere le cellule dai danni indotti dalle radiazione ultraviolette, a contrastare l’azione dei radicali liberi contribuendo così a rallentare il crono e il fotoinvecchiamento.

L’uomo conosce le caratteristiche della cera d’api fin dalla più remota dall’antichità.  Il medico greco Galeno (129-201 d.C.) realizzò la prima crema cosmetica emolliente e rinfrescante alla cera di api con olio di oliva e con un’emulsione di acqua.

L’apis mellifera trasforma il nettare in cera per costruire la struttura dell’alveare, creando le cellette del favo in cui saranno poi riposti il miele, il polline e le larve.

Oggi la cera d’api è utilizzata dai laboratori di Palazzo Rosa nella cosmesi per via delle sue famose proprietà emollienti e terapeutiche come costituente fondamentale di creme idratanti per le mani e il corpo (l’emulsione di acqua e olio mantiene la pelle più idratata rispetto all’olio puro).

Il Coenzima Q10 è una molecola liposolubile appartenente alla famiglia dei composti ubichinonici e presente in tutte le specie animali. Potente antiossidante, contrasta la formazione dei radicali liberi, potenzia l’effetto della vitamina E e ne ritarda l’ossidazione. Attivo anti-age, energizzante e rivitalizzante adatto soprattutto per pelli stanche ed opache. Ristabilisce la barriera lipidica, favorendo il buon funzionamento delle membrane cellulari. In linea con la sua abbondante presenza nei vari tessuti, il Coenzima Q10 partecipa a numerose reazioni biologiche, fondamentali per la sopravvivenza cellulare. Più precisamente questa molecola interviene direttamente nella sintesi di ATP, nel controllo della funzionalità cellulare digestiva, nella protezione dal danno ossidativo, intercalandosi adeguatamente tra le membrane cellulari e nucleari, salvaguardandole allo stesso tempo dal deleterio processo di lipoperossidazione. Il Coenzima Q10 gioca un ruolo chiave nel modulare sia la sintesi dei radicali liberi dell’ossigeno che il relativo effetto sulle membrane cellulari. Interessanti studi hanno infatti dimostrato come l’integrazione con Coenzima Q10 possa ridurre i markers di danno ossidativo, preservando la funzionalità cellulare e riducendo il rischio di danno genomico e della relativa trasformazione cellulare. Sempre in ambito antiaging, la supplementazione con Coenzima Q10 si sarebbe rivelata utile nell’ottimizzare il flusso energetico cellulare. Viste le enormi potenzialità biologiche, considerata in particolare l’attività antiossidante e noti gli effetti deleteri dello stress ossidativo per la cute umana i laboratori di Palazzo Rosa sperimentano l’uso di questa molecola in ambito cosmetologico sui primi strati cutanei, sfruttando la naturale permeabilità di questa molecola. I lavori fatti a riguardo hanno sottolineato l’importanza del Coenzima Q10 nel supportare le funzionalità antiossidanti proprie dei cheratinociti, ridurre il danno ossidativo, soprattutto di membrana e genomico, a carico delle stesse cellule, prevenire la disfunzione dei fibroblasti, prevenire il danno indotto dai raggi UV e dal photoaging.

È la principale proteina strutturale del corpo umano. Questo significa che il collagene agisce come supporto tra diversi tessuti, come tendini, denti o pelle. Permette loro di mantenere la loro architettura e stabilità e di funzionare correttamente.

Il collagene rappresenta l’80% delle proteine presenti nel derma e costituisce l’impalcatura, la struttura di sostegno della pelle. Sulla pelle il collagene è ampiamente usato per le sue proprietà anti-invecchiamento. Il collagene favorisce la rigenerazione e la sostituzione della pelle, permettendo di riempire piccole rughe e ammorbidire le linee di espressione. Inoltre, fornisce maggiore elasticità e morbidezza alla nostra pelle. Pertanto, una pelle ricca di collagene sembrerà giovane e sana.

Oltre a combattere i segni dell’invecchiamento, il collagene offre altri vantaggi a livello cutaneo. Ad esempio, aiuta a ridurre i processi infiammatori della pelle, come l’acne, l’eczema o la psoriasi. Inoltre, aiuta a prevenire la comparsa di cellulite e smagliature e aiuta a migliorare il processo di cicatrizzazione. A partire dai 20 anni, la sintesi naturale di questa sostanza comincia a ridursi dell’1% ogni anno.

Gli studi di Palazzo Rosa dimostrano che, con l’avanzare dell’età, la capacità della pelle di produrre nuovo collagene diminuisce oltre del 50% mentre il deterioramento di quello presente nella cute accelera in modo esponenziale. Con la menopausa la situazione peggiora: il crollo degli estrogeni provoca un’ulteriore riduzione. Reintegrare il collagene significa restituire pienezza, tono, compattezza a una pelle segnata dal tempo e dalle aggressioni ambientali. Per questo motivo gli esperti di Palazzo Rosa consigliano di ricaricare la dose di collagene.

Il nostro siero contiene un mix di aminoacidi, proteine e Omega 3 utile per cementare le strutture cellulari che agiscono sui meccanismi fisiologici che stimolano la produzione di collagene al fine di risollevare i tessuti, restituire tonicità e ovalizzare il viso. Il laboratorio di Palazzo Rosa utilizza una biotecnologia avanzata che aumenta la penetrabilità del nostro collagene per potenziarne l’assorbimento da parte della pelle.

Quindi la struttura del siero viene ridotta in parti microscopiche che vettorializza l’attivo fin nel cuore delle cellule. Il nostro siero assicura una rigenerazione della riserva di collagene in tutti gli strati cutanei, con effetti visibili già dopo 24 ore (i tessuti appaiono più sodi, freschi, rimpolpati, e quindi distesi, con un effetto anche sulle rughe) ma anche durevoli nel tempo: rughette e linee di espressione sono appianate, la pelle è levigata, il contorno occhi più luminoso.

L’effetto dell’applicazione è praticamente immediato: dopo pochi minuti si assiste ad una riduzione delle linee d’espressione, delle rughe, del gonfiore e delle occhiaie: un vero e proprio trattamento di riparazione. A causa dell’effetto lenitivo e rilassante consigliamo applicazioni quotidiane di collagene se fate uso di make up: la pelle, stressata dal trucco, potrebbe aver bisogno di un effetto booster per rigenerarsi, mantenere la sua elasticità e compattezza e luminosità naturale. Con questo tipo di trattamento il look fresco è garantito.

I laboratori di Palazzo Rosa, attraverso ricerche sempre più avanzate, offrono soluzioni che si rifanno sempre di più al nostro codice genetico. Formulazioni di nuova generazione ci proiettano in un futuro cosmetico da fantascienza ma già a portata di mano.

Con il progresso delle tecnologie del genoma, i ricercatori di Palazzo Rosa hanno cominciato a utilizzare le tecniche genomiche per capire l’espressione dei geni e il loro rapporto in particolare con la pelle, nonché per testare gli ingredienti di attualità e nuove formulazioni.

Le formule di nuova generazione sono quindi sempre più mirate e tecnologiche, nate con l’intento di contrastare ogni problematica cutanea. Recentemente i laboratori di Palazzo Rosa hanno, tra l’altro, concentrato l’attenzione sulla biologia molecolare per studiare i meccanismi del DNA ed individuare, in particolare, i principi attivi capaci di proteggerlo e ripararlo. Così sono state messe a punto formule a base di estratti vegetali e complessi probiotici naturali, che non si propongono solo di rimpiazzare le sostanze carenti nella cute, ma anche di riattivarne la produzione naturale negli strati profondi.

I probiotici sono microorganismi vivi, alcuni dei quali risultano benefici per la salute dell’essere umano che li ospita. Sono quindi dei batteri che vivono in simbiosi con il nostro organismo (si è calcolato in circa 100 trilioni il loro numero), in particolare intestino e pelle. Il loro nutrimento è dato dai prebiotici, che ne accelerano lo sviluppo e ne stimolano l’attività.

Un campo già indagato dai laboratori di Palazzo Rosa e non del tutto esplorato dalla cosmetologia è quello del “microbioma”, ovvero tutti i batteri che si trovano sulla superficie cutanea, alcuni considerati “cattivi” e altri “buoni”, il cui equilibrio è importante per una difesa ottimale dell’epidermide. I probiotici giocano un ruolo chiave nel processo anti-invecchiamento poiché ripristinano l’equilibrio della flora batterica compromessa dell’epidermide.

Stiamo parlando quindi di metagenomica, ovvero l’utilizzo delle tecniche genomiche attuali basate sul sequenziamento del genoma dei microorganismi e che mette al centro della ricerca la flora cutanea, ovvero lo strato superiore dell’epidermide. La tecnologia di Palazzo Rosa quindi ha messo in discussione l’approccio tradizionale alla cura della pelle, poiché anziché concentrarci sui prodotti in grado di preservarla, stanno cercando di comprendere come creare una naturale funzione di barriera dalle aggressioni esterne nonché agire sulle nuove cellule in formazione.

Alcuni ceppi di batteri in realtà producono una grande abbondanza di acidi idratanti e saperli sfruttare è come installare delle piccole fabbriche idratanti direttamente sulla pelle. Il concetto innovativo sta nell’aver scoperto che i probiotici possono influenzare positivamente l’equilibrio e la composizione della microflora della pelle.

In pratica, i probiotici apportano benefici alla pelle in tre modi chiave: fungono da scudo protettivo impedendo ai microrganismi nocivi di provocare una reazione immunitaria, producono antibiotici naturali chiamati peptidi antimicrobici che combattono i batteri cattivi e, infine, aumentano la funzionalità della pelle nell’affrontare i fattori esterni come radicali liberi, sole e inquinamento.

I Biologi di Palazzo Rosa hanno realizzato che ciascuno di noi ha un proprio microbioma, unico come il DNA e che si modifica ed evolve nel corso della nostra vita. Quando raggiungiamo l’età adulta, il nostro microbioma si compone di 500 – 1000 specie diverse di batteri, per un totale di circa 2 milioni di batteri presenti in ogni centimetro quadrato di pelle, pertanto, con il passare degli anni, sarebbe opportuno prestare una maggiore attenzione nel non danneggiare il proprio microbioma in quanto il rischio di alterazione si fa più concreto con il progredire dell’età. Eccovi quindi spiegati i principi della cosmetogenetica, ovvero l’applicazione della genetica nel campo cosmetico, uno scientifico approfondimento sulle tecniche genomiche e le formule di nuova generazione per ideare una vera e propria cosmetica del DNA!

Vai a: I nostri prodotti che contengono Elastina

 

L’elastina è una proteina costituente il tessuto connettivo così chiamata poiché è elastica e permette a molti tessuti dell’organismo di tornare alla loro forma originaria dopo essere stati stirati o contratti. L’elastina è un componente fondamentale della pelle, conferendole la caratteristica risposta elastica quando il tessuto è sottoposto a tensioni.

Prodotta dai fibroblasti del derma, l’elastina è in grado di allungarsi e contrarsi entro certi limiti senza subire danni. 

Il turnover dell’elastina è estremamente basso, con un’emivita che si avvicina all’età dell’organismo. Il nostro corpo sintetizza l’elastina durante tutto lo sviluppo, fino all’età di 20 anni circa. Nel corso del processo di invecchiamento la pelle perde progressivamente la propria elasticità poiché l’elastina viene “danneggiata” o non viene sostituita, oppure è sostituita da fibre non funzionali.
Tutti questi cambiamenti microstrutturali del derma si rendono visibili sulla superficie cutanea attraverso la comparsa di rughe con diminuzione del tono e dell’elasticità di un tempo. Da qui, l’esigenza di adottare tecniche cosmetiche e nutrizionali per preservare l’elastina dalla degradazione e favorirne la sintesi.

Pianta originaria dell’Africa, il suo nome deriva dalle parole greche helios (sole) e chrysos (oro), sia perché il fiore ricorda il sole sia perché vive in luoghi assolati.

L’elicriso rappresenta il rimedio specifico, grazie alla sua azione decongestionante e protettiva, per lenire e sfiammare la pelle in caso di psoriasi, herpes d’ogni genere, eczemi, ustioni ed eritema solare nonché irritazioni della pelle sensibile. Possiede infatti uno straordinario potere di alleviare la sensazione di bruciore e di prurito conseguente all’esposizione della pelle al sole.

Ha proprietà astringenti e lenitive, allevia i rossori e le screpolature della pelle.

Palazzo Rosa lo utilizza anche per la sua caratteristica astringente e contemporaneamente disintossicante.

Molto utilizzato nelle dermopatie come acne, eczemi, dermatiti, psoriasi, herpes e infiammazioni della pelle.

È inoltre consigliato per le pelli mature perché è un ottimo anti-age contrastando prepotentemente l’invecchiamento della pelle e la formazione di rughe.

Ottenuto attraverso la biotecnologia da particolari microrganismi resistenti alle radiazioni, ha una importantissima e insostituibile azione di preparazione, protezione e riparazione della pelle dai danni indotti dalla luce solare e da quella blu artificiale (HEV), ovvero la luce degli schermi dei computer, telefonini, tablet, navigatori ect.

L’azione è stata studiata in diverse università e riconfermata dai laboratori di Palazzo Rosa: consiste nell’attivare le opsine sulla pelle e promuovere le risposte adattive. Quindi ha anche una importante azione preventiva aiutando la cute a prepararsi per le esposizioni successive.

Aiuta a diminuire drasticamente i principali segni dell’invecchiamento digitale e solare tramite una diminuzione del numero di punti, siano questi visibili oppure non ancora.

I laboratori di Palazzo Rosa propongono un innovativo ingrediente attivo multifunzionale per la cura della pelle. Il nostro filtro è un ingrediente funzionale botanico ottenuto dalla corteccia di pino marittimo. Ricco di proantocianidine e acidi fenolici, l’estratto di corteccia di pino marino era tradizionalmente noto per le sue proprietà curative sia per uso topico che interno.

È un agente antinquinamento efficace, con prove di efficacia dimostrate in vitro. Il nostro filtro, inoltre, è un potente scavenger (spazzino) calmante attivo e radicale, specifico per la prevenzione del fotoinvecchiamento. Per i non addetti ai lavori,  lo scavenger è una sostanza chimica aggiunta a una soluzione allo scopo di rimuovere impurità indesiderate nei prodotti di reazione. Il processo di invecchiamento può essere distinto in due categorie: l’invecchiamento cronico, causato da un rallentamento metabolico cronologico e dal fotoinvecchiamento , causato principalmente dall’esposizione alle radiazioni UV.

Lo stress ossidativo è ormai ampiamente riconosciuto come uno dei principali fattori che contribuiscono ai processi di crono e fotoinvecchiamento: i radicali liberi causano una catena di danni strutturali e funzionali che inibisce la produzione di nuove macromolecole strutturali.

Il nostro filtro anti-pollution quindi protegge la pelle dallo stress ossidativo causato dall’inquinamento quotidiano ed esposizione ai raggi UV offrendo un’azione multilivello per la protezione dai processi di invecchiamento: protezione anti-inquinamento, effetto lenitivo superiore sulle cellule sensibilizzate, miglioramento della sintesi del collagene e stimolazione del metabolismo energetico.

Il fattore di protezione solare è un numero indicato sui cosmetici che contengono filtri solari e che definisce la capacità di difendere la pelle dall’insulto attinico, in particolare da radiazioni UVB.

Questo numero è definito comunemente SPF, che corrisponde all’inglese Sun Protection Factor. I filtri impiegati a Palazzo Rosa, altamente fotostabili e performanti, garantiscono un’adeguata protezione contro le radiazioni UVB e UVA. Non appena applicato, il prodotto viene perfettamente assorbito, levigando e proteggendo la pelle del corpo e del viso.

Giorno dopo giorno garantisce un colorito luminoso preservando e rinforzando la vitalità e la giovinezza della pelle. Ideale per pelli chiare e sensibili al sole (fototipo 2) che necessitano di particolare protezione contro le radiazioni UVB e UVA. La nostra SPF 30, ad esempio, lascia passare non più di un 1/30 (ovvero il 3,3% della radiazione solare), fermandone poco meno del 97%.

Questo rimedio naturale è utilizzato da secoli soprattutto nell’Estremo Oriente. La parte preziosa del ginseng è contenuta nella sua radice ed è ricca di saponine e ginsenoidi: queste sostanze riescono a ristabilire la giusta idratazione del derma e sono essenziali per la cura della cute migliorando la microcircolazione sanguigna. Per Palazzo Rosa è un elemento che non poteva mancare nel proprio herbarium.

Il ginseng contiene molte vitamine e polisaccaridi che hanno spiccate proprietà toniche che favoriscono l’elasticità della cute e l’aiutano a combattere lo stress climatico e ambientale.

Questa preziosissima pianta ha anche proprietà tonificanti e rivitalizzanti che rendono la pelle più elastica e più luminosa, soprattutto dopo i periodi di prolungata fatica fisica e mentale.

Il ginseng, grazie agli antiossidanti e alle sostanze antinfiammatorie di cui si compone, è il miglior alleato contro i radicali liberi responsabili dell’invecchiamento cellulare. L’effetto anti-age è visibile sin dalle prime applicazioni. L’utilizzo del ginseng aiuta a fornire all’organismo i precursori per riattivare la sintesi degli ormoni che conservano i tessuti giovani ed elastici.

E’ una nota pianta officinale conosciuta per le sue benefiche proprietà antinfiammatorie e lenitive.

Il nome deriva dal latino malva ed ha il significato di molle proprio perché dai tempi più antichi se ne riconoscono le proprietà emollienti.

I principi attivi si trovano sia nei fiori che nella pianta. I suoi fiori sono infatti ricchi di elementi con azione antinfiammatoria e antibatterica, come sali minerali, ossalato di calcio, potassio e vitamine di vari gruppi, tra cui le A, le B e le C.

Gran parte del suo potere lenente è dovuta però alle mucillagini che ne costituiscono anche il 15% della composizione: è una sostanza viscosa utile per costruire una membrana sui tessuti affinché non siano penetrati da batteri e altri agenti irritanti.

Per questo motivo l’utilizzo della malva nelle patologie più comuni della pelle – come la dermatite atopica, la couperose, le scottature solari o l’eccessiva secchezza – è così efficace: perché forma una barriera sulla zona irritata, accelerandone la guarigione ed evitando che l’infezione si aggravi o si propaghi.

Isolato da Jacobi nel 1959, il NMF può rappresentare dal 10% al 30% del residuo secco dello strato corneo dove si trova sia livello intracellulare che extracellulare. È il cosiddetto fattore naturale di idratazione, una miscela di sostanze idrosolubili e igroscopiche in grado di legarsi all’acqua e capaci di fissare e trattenere nello strato corneo e nel film idrolipidico superficiale l’umidità ambientale a contatto con la pelle. Eventuali mancanze del fattore di idratazione sono spesso causa di pelle secca, pelle sensibile, eczema, dermatite atopica, ittiosi, acne, rosacea e psoriasi.

Possiede una importante azione umettante che contribuisce a ridurre l’attività dell’acqua riducendone l’evaporazione negli strati più superficiali della cute. Inoltre il NMF partecipa anche alla formazione del mantello acido, con conseguente azione barriera.

L’argania, che in Africa viene chiamato albero della vita, è un albero molto longevo che può arrivare fino a 150-200 anni di età. Il frutto che produce è una bacca di colore verde, simile ad un’oliva ma di dimensioni maggiori. Al suo interno contiene un nocciolo particolarmente duro, che a sua volta racchiude due o più mandorle, da cui si estrae il famoso olio d’Argan.

L’olio che utilizza Palazzo Rosa non viene assolutamente tostato ma viene spremuto a freddo e si distingue per la sua particolare chiarezza e limpidezza.

Questo prezioso olio è dotato di numerose proprietà antiossidanti, elasticizzanti, idratanti ed emollienti. Le suddette proprietà sono imputabili sia ai numerosi acidi

L’olio di Jojoba (Simmondsia chinensis) viene prodotto dai semi di Jojoba, pianta originaria del Messico e della California. L´olio di Jojoba ha la caratteristica di essere assorbito velocemente e di non lasciare un film sulla pelle.

Essendo questo olio chimicamente riconducibile al sebo umano, è notevolmente usato in cosmetica per la cura e la bellezza della pelle e dei capelli. Ricco di vitamine del gruppo B, di vitamina E e di acidi grassi, l’olio di Jojoba contrasta l’invecchiamento riducendo e prevenendo la formazione di rughe. Ha inoltre un leggero effetto antiinfiammatorio e lenitivo, è adatto a tutti i tipi di pelle.

Una delle sue funzioni principali è quella di mantenere l’idratazione dell’epidermide e di proteggerla dall´essiccazione e da fattori esterni come sostanze chimiche presenti nell’aria, sole e vento.

La Rosa Mosqueta, nome scientifico Rosa Affinis Rubiginosa, è una pianta che cresce spontaneamente nelle zone a clima freddo e piovoso. Dai suoi semi viene estratto un olio apprezzato nei laboratori di Palazzo Rosa per il suo alto contenuto di acidi grassi polinsaturi (utili a combattere i processi di invecchiamento cellulare), e di vitamina A che ha potere ringiovanente sulla pelle.

Ottimo per levigare le cicatrici, calmante nelle scottature da esposizione ai raggi solari, agisce contro la pelle secca e usato sui capelli li rende sani, morbidi e lucenti.

L’essenza di Rosa Mosqueta viene utilizzata nella preparazione di oli profumati che, oltre ad avere un effetto idratante e rilassante, donano alla pelle un profumo particolarmente seducente da essere definiti “feromoni naturali”.

Questo polifenolo, della classe degli stilbeni, è stato definito ad Harvard come la molecola dell’eterna giovinezza. E’ presente nell’uva, nel vino e nelle more . Un principio naturale dalle straordinarie capacità confermate da numerosi studi che stabiliscono che il resveratrolo, grazie alla sua capacità di stimolare la sintesi delle sirtuine (che permettono di combattere i radicali liberi), sia in grado di allungare la vita delle cellule fino al 40%! Si tratta infatti di uno dei più potenti antiossidanti presenti sul mercato ed è noto per prolungare la vita delle cellule, grazie alla sua capacità di stimolare la produzione delle proteine di longevità: le sirtuine. Abbondantemente presenti nelle cellule dei soggetti centenari, le sirtuine sono il bersaglio di nuovi principi attivi cosmetici anti-età.

Il resveratrolo è noto per le sue proprietà antiossidanti e protettive, antinfiammatorie, anti-età, antirughe, cicatrizzanti, protegge la pelle dallo stress cellulare.

Il resveratrolo prolunga anche la vita delle cellule, attivando una sirtuina, proteina della longevità presente nella pelle. Questa proteina prolunga la vita cellulare compattando il DNA preservando il genoma di ogni cellula.

Non è solo il semplice fatto di essere un potentissimo antiossidante naturale a renderlo unico, ma lo sono anche gli eccezionali benefici che regala alla pelle: ne migliora il tono e la luminosità andando a combattere i segni dell’invecchiamento, inoltre ha proprietà vaso rilassanti che vanno a stimolare il microcircolo cutaneo rendendo la pelle più elastica.

Il tè verde nei laboratori di Palazzo Rosa è un elemento fondamentale per la  sua azione antiossidante e anti-invecchiamento delle cellule dell’epidermide.

Il tè verde contiene anche altri componenti benefici per la nostra pelle per i loro alti livelli di vitamina A, B2, C ed E e minerali come calcio, fluoro, fosforo, ferro, potassio, magnesio, sodio e zinco.

Il Te verde è stato a lungo studiato nei laboratori di Palazzo Rosa perché rallenta il processo di invecchiamento, migliora l’elasticità della pelle, conserva l’umidità e freschezza della pelle regalandone il giusto grado di idratazione in ogni momento della giornata, rafforza lo strato protettivo della pelle, protegge e allevia gli effetti dell’esposizione prolungata al sole, riduce l’infiammazione della cute ed è un eccellente decongestionante.

Trattasi di un tetrapeptide con proprietà antiedema con una comprovata efficacia nel ridurre le borse gonfie sotto gli occhi in soli 15 giorni di applicazione continuata e quotidiana. È appositamente progettato per le formulazioni per la cura della regione perioculare.

Promuove un’azione umettante e idratante che aiuta a ridurre il gonfiore dell’area contorno occhi, migliora l’elasticità della pelle e la levigatezza generale.

Questo viene fatto attirando l’acqua dal profondo della pelle allo strato più esterno (strato corneo) sfruttando le proprietà idroscopiche dei composti. Formule ricche di umettanti sono state usate anche per trattare con successo la xerosi (pelle anormalmente secca) nelle sale del laboratorio di Palazzo Rosa che collaborano con i centri dermatologici.

Nella cosmesi la vitamina E è utilizzata come antiossidante, antiradicalico, come deodorante e nei prodotti solari. Nei laboratori di Palazzo Rosa quasi sempre associata alla vitamina A perché la protegge dall’ossidazione.

È un potente antiossidante che ripara i danni indotti sulla cute dei radicali liberi, in particolar modo nei confronti dei grassi della pelle (lipidi cutanei).

La vitamina E contrasta in modo deciso la formazione delle rughe, dei segni di espressione, i cedimenti cutanei e la disidratazione della pelle, rinfresca la pelle dall’azione del fumo e dello smog.

La Vitamina E protegge la pelle dai radicali liberi mantenendo la cute giovane ed elastica. La Vitamina E, infatti, è il più potente antiossidante per la pelle in grado di riparare i danni indotti dai fattori che ne accelerano l’invecchiamento come l’esposizione ai raggi solari, il fumo di sigaretta e l’inquinamento atmosferico.

Condividi sul tuo social preferito:
Select the fields to be shown. Others will be hidden. Drag and drop to rearrange the order.
  • Immagine
  • SKU
  • Prezzo
  • Disponibilità
  • Aggiungi al carrello
  • Descrizione
  • Attributi
  • Custom attributes
  • Custom fields
  • Additional information
Compara
X